Intervista al candidato alla quarta circoscrizione Ivan Azzara

Ivan Azzara, studente di Economia e membro della Presidenza Acli, classe 1992, è il giovane candidato alla quarta circoscrizione alle elezioni comunali del prossimo 10 giugno: l’entusiasmo dei vent’anni e l’ottimismo di chi ha le idee molto chiare traspaiono dal volto nuovodella lista “Saitta Sindaco”.

Nato a Messina ormai 26 anni fa, ha frequentato il liceo scientifico e dopo il diploma ha emigrato in Francia in cerca di più rosee prospettive lavorative: un “cervello in fuga”, che poi, però, è tornato nella sua terra d’origine e ha iniziato un percorso di studi universitari nel settore economico.

  Chi è Ivan Azzara, candidato al quarto quartiere?

Ho 26 anni, sono uno studente universitario della Facoltà di Economia di Messina e collaboro con uno studio commerciale da svariati anni.  Da sempre nutro interesse verso il terzo settore e da qualche anno faccio parte di un’associazione di promozione sociale, le Acli: dopo l’esperienza di volontario del Servizio Civile Nazionale, ho iniziato quella di Operatore Locale di Progetto e sono membro della Presidenza Acli, di cui curo la sezione giovanile in qualità di Coordinatore dei Giovani delle Acli.

  Come mai ti sei approcciato al sociale? Come nasce questo interesse?

L’interesse verso il sociale è sempre stato molto presente in me ma ha trovato una maggiore valvola di sfogo durante l’anno formativo che ho passato da volontario del Servizio Civile. Un’esperienza che mi ha fatto molto crescere ma soprattutto toccare con mano molteplici realtà messinesi, a cui ho potuto dare il mio contributo. Da qui la volontà di riporre il mio impegno a sostegno dei più deboli e dell’intera società.

  Quali sono le motivazioni che ti hanno portato a candidarti? Come nasce questo impegno in vista del 10 giugno?

Illuminante per me un breve soggiorno all’estero: interfacciandomi con una realtà funzionante quale quella francese mi sono reso conto che raggiungere livelli di efficienza ed efficacia non è fantasia ma realtà concreta che richiede la sinergia dell’intera comunità, dal più umile cittadino al grande uomo politico. Ed io voglio mettermi in gioco in prima persona. Mi candido perché so che questa città ha tutte le carte in regola per divenire un esempio di ottima amministrazione, deve solo avere il coraggio di guardare un po’ più lontano, ai buoni esempi che vengono dalle città d’Europa e del mondo e in questo sono sicuro di poter offrire il mio contributo. Lottare per scrivere il futuro di una città dal forte potenziale come Messina si può, insieme.

  Quali sono per te i principali problemi del quarto quartiere? Cosa non è stato fatto a tuo avviso in questi anni?

Su questo non posso essere molto clemente (ride, ndr). Negli ultimi anni purtroppo è stato fatto poco – e male – per il nostro quartiere, che poi è il cuore pulsante della città. Ritengo che i principali problemi della quarta circoscrizione riguardino principalmente i servizi per i cittadini, poco funzionanti e funzionali e la manutenzione delle aree verdi, troppo spesso abbandonate a sé stesse. Un altro tallone d’Achille è la mancanza di eventi e manifestazione di qualsiasi natura, oltre all’inadeguato sfruttamento di un’importante risorsa economica, il turismo.

  Quali sono i punti salienti e le priorità del tuo programma?

La parola d’ordine è turismo. Le direttrici di marcia su cui intendo muovermi principalmente riguardano l’assetto estetico-urbanistico del mio quartiere: ritengo che puntare sull’immagine di Messina possa migliorarne il biglietto da visita, senza dimenticare che essa è una città a forte vocazione turistica. Servizi e strutture atte ad accogliere i turisti che sbarcano dalle numerose navi che settimanalmente soggiornano all’interno dell’area portuale sono uno dei punti chiave.

Mi piacerebbe portare avanti un’azione ad ampio raggio che del mio quartiere comprenda una maggiore manutenzione delle strade e dell’impianto d’illuminazione ed un particolare riguardo verso le piazze e le villette pubbliche: una riqualificazione, in certi casi più una riattivazione, che avvenga mediante l’organizzazione di eventi e manifestazioni che attirino il pubblico messinese.

 Sostieni la candidatura di Dino Smedile per la presidenza del quarto quartiere. Cosa vi lega?

Mi riempie di speranza la candidatura di Dino Smedile, per il quale provo grande stima e affetto: negli ultimi anni si è battuto per il quartiere dimostrando competenza, disponibilità e soprattutto manifestando di avere molto a cuore le sorti della nostra città. Pur conoscendolo personalmente da poco, in più occasioni mi sono confrontato con Dino su tematiche di ordine generale, giungendo alla conclusione che il mio pensiero non si discosta tanto dal suo, malgrado la differenza di età. Condivido con lui valori, principi e idee; proprio per questo mi ritrovo a viaggiare sulla sua stessa lunghezza d’onda per quanto concerne progetti che riguardano il nostro quartiere. Pertanto, ritengo Dino la persona più idonea per la carica di presidente della IV circoscrizione.

 Chiara Villari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...